Crema su Puntura Vaccino. Quale Pomata Scegliere?

by | 23 May 2021 | Rimedi naturali, Salute della pelle

Hai digitato “crema su puntura vaccino”? Eh già, ti sei sottoposto al vaccino tanto acclamato in questo particolare periodo e ora senti il tuo braccio dolente?

Innanzitutto facciamo chiarezza: qual è la differenza tra una crema e una pomata?

Una crema è facilmente spalmabile su tutto il corpo, ha quindi una percentuale più alta di acqua. Sono in pratica emulsioni che vengono assorbite in fretta dalla pelle.

Una pomata ha meno acqua, è quindi più “grassa”, per cui più specifica per una piccola zona da trattare come può essere la puntura da vaccino.

In sostanza la differenza consiste solo nella praticità di applicazione.

Se opti per una crema, sappi che puoi applicarla anche su tutto il corpo nel giro di pochi minuti. Se hai una pomata ci metterai di più.

Faccio un esempio pratico: quando ero bambina era molto frequente nelle case la pomata che abbiamo usato bene o male tutti, la cui pubblicità era rappresentata da un enorme camion con il nome del prodotto sul fianco. Aveva la consistenza di un grasso, che specialmente nel periodo invernale si induriva e si spalmava con più difficoltà, quindi adatta a una piccola superficie di pelle. Esiste tuttora, ma è stata formulata anche come crema e gel proprio perché più pratica.

Io invece oggi voglio consigliarti creme efficacissime per il dolore post vaccino al braccio, ma che potrai utilizzare in tutto il corpo per tanti altri problemi! E sono naturali, non chimiche.


Crema su Puntura Vaccino

La crema più indicata da applicare è a mio avviso quella a base di ARNICA Montana.

Crema e non pomata perché non ti servirà solo per questo fine, potrai infatti applicarla anche sulle gambe, sul collo e braccia dolenti dopo attività fisica. Puoi anche usarla se soffri di artrosi, infiammazioni locali alle articolazioni o a seguito di cadute per limitarne il dolore e l’espandersi del livido.

L’Arnica è un fiore che cresce fino ai 1000 metri di altitudine e contiene principi attivi tra cui sostanze amare, oli essenziali e tannini in grado di migliorare la circolazione sanguigna e dare sollievo in caso di infiammazioni locali, stiramenti muscolari e anche punture d’insetti.

Oppure se sei caduto, applica la crema all’Arnica e il dolore sarà subito minore e il livido sarà più circoscritto. Hai preso il classico ” colpo d’aria” e hai male il collo? Arnica!



Erboristeria Magentina

Pomata favolosa arricchita con olio di rosa mosqueta e burro di karitè che donano alla pelle morbidezza e nutrimento. Inoltre contiene olio essenziale di cannella e di chiodi di garofano per un effetto antisettico e riscaldante, per lenire il bozzo duro che spesso si forma sottopelle a seguito dell’iniezione.

Per finire, Erboristeria Magentina, ha pensato di miscelare alcuni fiori di Bach tra cui : Star of Bethlehem, Willow, Crab Apple, Impatients, Cherry Plum per alleviare lo stato emotivo alterato dal disagio.

Ottimo prodotto di cui non potrai non essere contento.

Per maggiori dettagli visita questo link.



I Rimedi dei Monaci

Perfetta crema all’Arnica per gonfiore da vaccino! Contiene il 50% di fiori, il che ne fa un gel veramente valido.

Estrazione ad ultrasuoni per mantenere inalterate le proprietà naturali, arricchita con Olio di Oliva della Liguria, Mandorle della Sicilia, Aloe e Lavanda del Piemonte.

Certificato di conformità n. 123/CA/2018, imballaggio ecologico, non testato su animali, senza OGM.

Per saperne di più visita questo link.



Saf.Nutraceutica

Questa crema contiene anche olio di Canapa dall’effetto antidolorifico e migliora l’aspetto della pelle. garantisce qualità, evitando accuratamente oli sintetici, coloranti e siliconi.

La presenza di olio essenziale di Eucalipto e di Melissa amplifica e potenzia l’azione dell’Arnica.

Normalmente tollerata da tutti, ma testala nell’ incavo interno del gomito per verificare se ci sono fenomeni allergici.

Per maggiori dettagli visita questo link.

Erboristeria Magentina – Formato Cerotti

Se vuoi una soluzione più pratica della crema, applica i cerotti a base di Arnica. Sono semplici da far aderire, basta collocarli sul punto dolente della puntura del vaccino o comunque sulla zona infiammata e lo lasci per almeno 24 ore. 

Se dovessi avvertire eccessivo prurito o fastidio, toglilo e opta per una crema. Sono comunque normalmente ben tollerati sulla cute. Inoltre sono arricchiti di olio essenziale di arancio e lavanda che oltre ad emanare un piacevole profumo hanno la proprietà di donare calma e serenità. Ciò non guasta mai, specialmente se sei tendenzialmente ansioso o apprensivo quando hai qualche manifestazione fisica che ti crea un disagio.

Per saperne di più visita questo link.


Crema su Puntura Vaccino
– Conclusione

Ora che sei un po’ più informato sulle proprietà benefiche dell’Arnica Montana, puoi decidere quale scegliere per ovviare al problema che ti si è presentato a seguito della puntura da vaccino. Il secondo richiamo non ti troverà più impreparato!

Sono certa che una volta provata l’Arnica, la vorrai sempre avere nel tuo cassetto dei rimedi naturali perché non c’è famiglia o singola persona a cui non capiti di cadere, avere male ai muscoli, gonfiore da iniezioni ecc…

Ti ricordo che se hai bisogno di una naturopata online puoi contattarmi in maniera gratuita, la risposta è assicurata.

Affidati all’Arnica e sarà un ottimo investimento per la tua salute!

In conclusione voglio sottolineare un’altra volta che madre Natura è veramente generosa con tutti noi. Madre Natura ci aiuta anche di vivere più a lungo e anche meglio. E’ proprio per questa motivazione che se ancora non lo hai fatto desidero suggerirti vivamente di scaricare il libricino “Vivere 120 Anni” e quindi a leggere con la massima attenzione il mio PDF sulla naturopatia.

Adesso non mi resta che augurarti buona permanenza su Natura Meravigliosa ZJ!

Alessandra

Alessandra

Naturopata e Blogger

Da sempre amante della Natura e per questo ho studiato naturopatia e adoro in particolare i fiori di Bach. Con i miei articoli aiuto le persone a superare i loro piccoli o grandi disagi. Massaggi, oli essenziali, fitoterapia e floriterapia sono i mezzi che utilizzo per aiutare.

Ti è piaciuto questo articolo? Se ti va lascia un commento

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

PDF gratuito “Vivere 120 anni”

Pin It on Pinterest