Creme Solari Naturali. Quali Sono le Migliori?

by | 20 Jun 2021 | Rimedi naturali, Salute della pelle

E’ arrivata l’estate e vuoi saperne di più sulle creme solari naturali. Sia che ti piaccia o meno il sole, stare in casa non aiuta la tua salute. Approfitta della luce solare e stai all’aperto ogni volta che ti è possibile. Il tuo sistema immunitario diverrà più forte, le tue ossa, attraverso la vitamina D sintetizzata dalla luce solare che attraversa i tuoi occhi, diverranno indistruttibili. Inoltre, una consapevole abbronzatura sulla tua pelle, ti renderà anche più bella/o e dall’aspetto sano.

Aldilà dei gusti personali, sappi comunque che è buona cosa proteggere la tua pelle dal sole utilizzando delle creme solari bio. Ciò non significa che devi rimanere pallido, semplicemente tutela la tua epidermide. Lo sviluppo di malattie della pelle anche molto pericolose è sempre più in crescita.

Tutto questo puoi evitarlo con la scelta di protezioni solari naturali che nutriranno la tua pelle e ti consentiranno comunque di abbronzarti e bene.


Creme Solari Naturali

Spesso si tende a pensare che acquistare un solare biologico sia adatto solo per i bambini, che la pelle man mano che si cresce, “si fortifichi”. Non è così. La pelle va sempre protetta. Soprattutto ora che l’assottigliamento dell’ozono nell’atmosfera ha fatto sì che i raggi del sole siano più aggressivi rispetto a 40 -50 anni fa.

Il Ministero della Salute ha infatti dato raccomandazioni in merito al sole e di come difendersi in maniera opportuna dai raggi ultravioletti.

Ricordo la mia infanzia in campagna senza mai aver usato creme solari naturali e stavo all’aperto ore e ore. Non c’erano le accortezze di adesso, ma erano anche rari eritemi e scottature. Nelle ore più calde in cui il sole era al massimo della perpendicolarità, si stava in casa, a fare “gabbanella” perché il sole “faceva più male”. Dalle mie parti usa dire così, comunque il classico riposino dopo pranzo.

Oggigiorno vedo che al mare le famiglie restano sotto il sole anche verso le ore 12-15. Personalmente lo ritengo un abuso nei confronti della salute.

Per stare in salute occorre agire con intelligenza e avvalersi di prodotti solari naturali.


1 – Quali Solari Bio Scegliere e Perché?

Ti viene spontaneo chiederti quali solari naturali biologici scegliere e perché, è normale. Spesso nelle grandi distribuzioni in estate vedi scaffali enormi con una miriade di linee solari e non sai da dove iniziare. Certo, questa scelta può essere molto condizionata da quanta importanza dai alla tua pelle. C’ è chi sceglie in base al prezzo più basso e non guarda affatto cosa esse contengano. Non li biasimo totalmente perché gli ingredienti sono scritti in piccolo e in latino e un po’ passa la voglia di fare ricerche, ci si “fida” e basta.

Se invece ti piace essere informato su cosa ti spalmi addosso, bene, io ti aiuterò a fare chiarezza su come scegliere i solari naturali migliori.

Ricorda sempre che la pelle è una connessione tra l’ambiente esterno e il tuo corpo interno. Ciò che spalmi sulla cute penetra nelle tue cellule, entra nel flusso ematico, cioè nel sangue, nel giro di 5-10 minuti. Quindi non vedere la pelle come una corazza impermeabile, tutt’altro! Per questo è importante non spalmare sostanze nocive che arrivano fino ai polmoni, reni, fegato.


Tipi di Creme

Esistono creme, oli, oli secchi, emulsioni dopo sole.

Le creme solari naturali a mio avviso sono quelle da preferire come partenza all’esposizione al sole dopo l’inverno.

Vi sono creme non naturali cioè con componenti prettamente di sintesi e creme naturali che contengono prodotti di derivazione non di sintesi.

I solari naturali migliori li puoi riconoscere leggendo gli ingredienti.

Non lasciarti ingannare dal colore del barattolo, spesso scelto per richiamare la natura, ma che di naturale al suo interno c’è ben poco. Non lasciarti ingannare da una dicitura frontale del tipo ” contiene aloe vera” perché non è sufficiente a decretare la naturalità del prodotto.

Quindi occhi aperti.

Gli oli sono più adatti in un secondo momento quando la pelle è già stata protetta da una crema valida e hai già un’abbronzatura tale che la tua cute sia meno delicata. Questo perché non hanno un fattore di protezione dai raggi solari e quindi potenziano l’abbronzatura. Ciò che conferisce l’abbronzatura è la melanina, una sostanza prodotta da cellule della pelle chiamate melanociti. E’ quindi una sorta di inscurimento dell’epidermide per proteggerla dal sole. Basti pensare infatti alle popolazioni di colore, così proprio perché vivono in territori altamente irraggiati dai raggi solari.

Gli oli secchi io li sconsiglio perché contengono alcol che non è sicuramente benefico per la pelle, oltre ad essere infiammabile ed è da evitare sul viso per via del contatto con gli occhi.

Le emulsioni doposole sono, come dice la parola, quei prodotti da applicare a fine giornata per alleviare la pelle dal calore a cui è stata sottoposta. Personalmente non le utilizzo perché ogni anno, al solstizio d’estate, raccolgo l’iperico e lo metto a macerare in olio di oliva o di semi di girasole per 21 giorni, alla luce solare, ottenendo un doposole che è un portento!

Esistono tuttavia validi prodotti in commercio a tale scopo.


Differenza tra Creme per Adulti e Bambini

Le principali differenze tra creme per adulti e bambini sono poche e ben individuabili anche dalla specifica scritta sulla confezione.

Comunque le creme solari biologiche per bambini consistono in 2 differenze principalmente:

  • sono senza profumazione per evitare allergie sulla loro pelle delicata
  • hanno un fattore di protezione 50

I prodotti solari naturali vanno spalmati ogni 2 ore, sia ad adulti che bambini, ma per quest’ultimi occorre davvero essere accorti in quanto loro possono trascorrere ore e ore a giocare senza avvertire bruciore sulla pelle. Specialmente poi se stanno parecchio in acqua è bene rinnovare lo strato di crema solare naturale su tutto il corpo, ma ovviamente prestando ancora più attenzione a petto, dorso, braccia e viso.

Un cappellino in testa poi è una buona protezione per il cuoio capelluto perché anche se in parte protetto dai capelli, i raggi arrivano comunque e non è così raro infatti sviluppare dei nei nel capo.

Un controllo dermatologico completo con mappatura dei nei lo consiglio ogni 2 anni almeno. Prevenire le malattie della pelle consiste infatti nell’abbinare creme adeguate e controlli periodici. Questo vale anche per gli adulti.

Utilizzo delle Creme sugli Adulti

I migliori solari eco bio per adulti generalmente hanno un fattore di protezione più basso, circa 30, ma si trovano anche da 50. Il fattore di protezione è indicato dalla sigla SPF (Sun Protection Factor).

Occorre conoscere il proprio fototipo, cioè la classificazione dei tipi di pelle in base alla melanina in essa contenuta e non si potrà sbagliare nella scelta della crema.

Un fototipo 1 e 2, con pelle quindi molto chiara e occhi chiari, deve sempre partire con una protezione alta, 50.

Spesso le protezioni solari naturali per adulti sono profumate. Il profumo, se non è dato da oli essenziali, è sempre qualcosa di chimico che si può evitare di applicare sulla cute. Infatti io ribadisco sempre l’importanza di non darsi il profumo sulla pelle, bensì sui vestiti, anche durante l’inverno. Non abbiamo bisogno di chimica che vada nelle nostre cellule. Specialmente poi avendo l’abitudine di spruzzarlo nel collo, pieno di linfonodi, vicino alla tiroide, no, evitalo accuratamente!

Per le creme solari bio, se le scegli senza profumazione o comunque una fragranza di derivazione naturale, eviterai di attrarre insetti e lasciare una scia nauseabonda che potrebbe anche infastidire chi hai vicino in spiaggia.


Utilizzo delle Creme sui Bambini

Le creme per bambini sono senza profumi, mi riferisco sempre a creme naturali e non di sintesi. Rinnova ogni 2 ore al massimo l’applicazione. Nei giorni specialmente un po’ ventosi si ha la percezione che il sole sia meno aggressivo, ma la sera poi ci si accorge di avere delle piccole aragoste lamentose del bruciore sulla pelle.

Se inizi fin da piccolo a prenderti cura della sua pelle e gli insegni a sua volta ad averne rispetto man mano che cresce, avrai investito tanto nella sua buona salute.

Non dimenticare mai che il sole è benefico solo se ti sai proteggere in modo intelligente.


Differenza tra Solari Naturali e Tradizionali

C’è differenza tra creme solari tradizionali e naturali biologiche.

Le prime presentano tra i componenti sostanze chimiche e non, le quali possono anche essere naturali, ma non da coltivazione biologica. Cioè? Vengono utilizzati magari pesticidi per la lotta alle infestanti e non è possibile classificarlo col marchio “bio”, che dovrebbe invece decretare la totale assenza di sostanze chimiche per la coltivazione.

Già se viene fortemente limitato l’utilizzo della chimica è un bel traguardo in un contesto attuale in cui di veramente biologico ormai non può più esistere nulla. Ciò per il semplice fatto che l’inquinamento si espande nell’aria anche nei luoghi più lontani dalle città.

E’ bene fare quindi un buon compromesso e non incaponirsi a cercare prodotti totalmente esenti da qualche sostanza o nutriente chimico. Il marchio bio è una garanzia in più, ma non una purezza totale che mai potrai trovare al giorno d’oggi. Credimi.


Caratteristiche delle Creme Tradizionali

Le creme tradizionali sono quelle che di norma vengono più vendute nella grande distribuzione, dal prezzo medio basso, accessibile un po’ a tutti. Negli ultimi anni anche le creme classiche sono state sottoposte a controlli più meticolosi, ma contengono generalmente sostanze dichiarate non dannose alla salute o quantomeno, non comprovabile che la danneggino.


Caratteristiche delle Creme Bio

Le creme solari bio come ti ho detto poc’anzi sono costituite da ingredienti il più naturali possibile, testate per i metalli pesanti che possono creare allergie in soggetti più sensibili. Ciò sarebbe buona cosa per tutti i tipi di crema perché i metalli pesanti è noto che tendono ad accumularsi nel nostro corpo e creare anche seri problemi di salute, generalmente a medio-lungo termine.


Le Creme Solari Biologiche Sono Efficaci?

Si è portati a pensare che le creme solari biologiche non siano efficaci come quelle tradizionali probabilmente perché si pensa alla natura, qualcosa di delicato, blando. Niente di più sbagliato, anzi.

Determinati oli derivati da piante nutrono la pelle e l’assenza di derivati del petrolio (petrolatum) e siliconi, spesso usati per far avere una pelle setosa, ne fanno delle creme molto superiori qualitativamente e salutari per la persona.


A Chi è Consigliato l’Uso di Creme Bio?

Io consiglio le creme solari bio a tutti, grandi e piccini. Non c’è mai un limite a trattarsi bene e desiderare il meglio.

Impara a leggere sempre la composizione delle creme (INCI) ed evita quei prodotti che contengono diciture quali “petrolatum”, “parafinnum liquidum”, “paraffin”, “paraben”,”propylparaben“, “butylparaben“”phenoxyethanol”,“titanium dioxide”,”oxybenzone”, “octocrylene“,ecamsule, avobenzone, octinoxate, homosalate, enzacamene.

Se contengono questi prodotti di sintesi non sono di certo biologiche e oltretutto possono essere pericolosi per la salute. Quindi evitali se ti vuoi bene. E devi sempre volerti bene!


Come Evitare le Creme Dannose alla Tua Pelle

Per evitare le creme dannose alla tua pelle devi semplicemente investire un po’ del tuo tempo nella lettura dell’ INCI. E seguire i miei consigli, che ne dici? Comunque man mano che ti abituerai a controllare cosa in realtà ti spalmi sulla pelle, saprai cosa evitare categoricamente e di conseguenza scegliere quei prodotti più naturali tra tante marche in commercio.


Filtri Fisici o Chimici?

I filtri chimici sono praticamente sostanze chimiche che hanno la capacità di assorbire i raggi ultravioletti evitando che la pelle si bruci. Se leggi tra i componenti l’ oxybenzone, è un filtro chimico e ti consiglio di evitarlo. Penetra in profondità e può creare problemi per la salute in quanto stimola la produzione di radicali liberi e ciò può tradursi in un più facile sviluppo di malattie della pelle o in altri organi. Non spalmarlo ai bambini specialmente al di sotto dei 3 anni o se sei in gravidanza.

Evita anche componenti quali: Octocrylene, Oxibenzone, Ecamsule, Avobenzone, Octinoxate, Homosalate, Enzacamene.


Le creme contengono filtri chimici o fisici. Qual è la differenza?

I filtri fisici sono invece composti da particelle minerali che riflettono i raggi del sole facendo da schermo. Un esempio per farti capire meglio: l’ossido di Zinco, che da bambini ci hanno spalmato nel culetto per evitare l’arrossamento della pelle portando il pannolino, è un filtro fisico (o minerale).

Le creme solari naturali costituite da filtri fisici lasciano però la pelle con uno strato bianco e questo a molti non piace sia per un fattore estetico, sia perché a livello psicologico dà l’idea di rimanere pallidi. Questo non è affatto vero perché un minimo i raggi solari riescono a penetrare lo stesso e quindi ci si abbronza senza dover intossicarsi di sostanze non salutari.

Attenzione poi anche ai filtri fisici micronizzati o in nanoparticelle in quanto per rendere meno visibile la patina bianca, i minerali vengono ridotti di dimensione. Sono ottenuti con processi particolari che non escludono tracce di metalli pesanti, oltre ad avere un effetto schermante minore.


I Filtri Chimici Sono Pericolosi?

Le creme con filtri chimici non sono sani per l’essere umano, nonché inquinanti perché lavandoci, questi residui vanno nel mare, creando problemi anche alla flora e fauna marittima.

Ricorda però sempre una cosa importante: nemmeno una crema con filtro fisico è pura, nel senso che per ottenere questi minerali vengono attuati processi di raffinazione che non sono proprio il massimo della vita, detta terra- terra.

Tuttavia li reputo migliori rispetto alle creme con filtri chimici.

In ogni cosa purtroppo, come ti ho detto prima, di veramente puro o biologico non esiste più praticamente nulla.

Per questo cerco di darti i consigli migliori per spalmare sulla tua cute il meno peggio. Brutto termine, ma è così. Ci vuole obiettività ed onestà. E non mi piace definire certi prodotti come il male assoluto e certi come la panacea che porta solo purezza.

Viviamo in un mondo così, si può fare molto per volersi bene e curare la nostra salute, ma per farlo in maniera ottimale bisognerebbe riportare il tempo indietro di almeno 150 anni.


Il Titanium Dioxide è Pericoloso?

Il Titanium Dioxide, cioè il biossido di titanio è un filtro fisico come l’ossido di zinco. Non viene utilizzato solo nelle creme solari, ma anche nel cibo con la sigla E171 ed essendo insolubile in acqua viene utilizzato nelle vernici isolanti.

Canadian Centre for Occupational Health and Safety (CCOHS) e International Agency for Research on Cancer (IARC) hanno attribuito al Titanium Dioxide un ruolo cancerogeno.

Io ti consiglio di cercare di evitare le creme contenenti tale componente o quantomeno che nell’INCI non sia tra i primi nell’elenco perché significa che la quantità è minima.


2 – Consigli per un’Abbronzatura Perfetta

Se utilizzi creme solari naturali la tua abbronzatura sarà perfetta.

Non trascurare però il fattore intelligenza. Quindi non esporti nelle ore più calde, non partire con protezioni solari basse, bevi molta acqua durante il giorno, almeno 2 litri e scegli creme che possano danneggiare il meno possibile la tua pelle.

L’ideale sarebbe utilizzare ossido di zinco e biossido di titanio non micronizzato e fregarsene della patina bianca sulla pelle.

Comunque esistono protezioni solari naturali valide che a mio avviso sono un buon compromesso tra prezzo, salute e ottima abbronzatura.

Ricorda inoltre che una buona crema deve contenere dei componenti antiossidanti per ovviare ai radicali liberi che è normale si formino quando ci esponiamo al sole. Sono quelli che ci portano ad invecchiare prima, invecchiamento cellulare e di conseguenza anche della pelle.

Alcuni esempi di antiossidanti sono la vitamina E, C e bioflavonoidi di varie piante, Gamma Orizanolo. Evita la vitamina A perché a contatto con i raggi solari può favorire lo sviluppo di tumori. Quindi se leggi retinolo meglio passare oltre, in particolare retinyl palmitate.

Scegli creme solari naturali con un inci breve, troppi componenti non indicano un prodotto migliore rispetto a quelle che contengono le cose essenziali per proteggere la tua pelle in maniera ottimale.


Creme Solari per il Viso

Per il viso esistono creme solari naturali specifiche in quanto esso è la parte del nostro corpo che tutti vedono. Deve affrontare tutte le stagioni, per cui una maggiore idratazione aiuta a ridurre i danni dei radicali liberi che immancabilmente si formano durante l’esposizione solare.

In particolare i raggi UV-A sono quelli che più danneggiano la cute portando alla formazione di rughe.

Per proteggere il viso dai raggi dannosi è meglio tu scelga una crema solare naturale che non sia micronizzata o in nanoparticelle.


3 – Solari Naturali Migliori

Adesso ti elenco le creme naturali migliori che ritengo più sane per la tua pelle. Ne elencherò poche, poi tu, in base ai consigli che ti ho dato potrai sbizzarrirti nella ricerca.

Per qualsiasi richiesta contattami, sarò la tua naturopata online.


SUNTRIBE – Crema Solare Viso

Questa è una crema all’ossido di zinco, non micronizzato, né tanto meno in nanoparticelle. Dovrai stenderla con più solerzia che una normale crema micronizzata, ma il tuo viso sarà mille volte più protetto. Il sole invecchia la pelle formando nuove rughe e marcando quelle già presenti.

Molto adatta a chi pratica sport senza necessità di dover preoccuparsi di rinnovare spesso l’applicazione.

Contiene inoltre olio di cocco ricco in sostanze antiossidanti e idratanti e cacao in polvere dalle proprietà rivitalizzanti e nutrienti.

Per approfondimenti visita questo link.


LA SAPONARIA – Crema spf 50

La Saponaria è una ditta in provincia di Pesaro Urbino, che tramanda la produzione delle saponette che nonna Gina faceva in soffitta col nipote Luigi. Egli tramandò questa passione creando un laboratorio artigianale. Muovendo i primi passi nel gruppo di acquisto solidale di Pesaro non si è più fermato. Tuttora produce prodotti artigianali quali shampoo, creme, oli da massaggio ecc…

Approfondisci questo prodotto visitando questo link.

BADGER – Crema

Ottima crema per bambini, ma anche per i grandi.

Contiene pochi ingredienti, ma quelli che servono e non fanno male.

Essendoci ossido di zinco, non in nano particelle, quindi non dannoso alla salute, sarà un po’ più impegnativo spalmarla. E’ però un buon investimento per la tua pelle!

Completano l’idratazione olio di jojoba, cera d’api, olio di semi di girasole e vitamina E.

Per informazioni più dettagliate clicca qui.


LAVERA – Crema Spf 30

Questa crema scartala a priori se vuoi un prodotto che si stenda in trenta secondi. Il primo ingrediente è l’ossido di zinco pertanto farà una patina bianca. Sarà proprio questo componente a proteggere al meglio e in modo naturale la tua pelle. La consiglio a chi vuole prendersi cura di sé in maniera responsabile tralasciando un po’ il lato estetico.

LaVera è una ditta tedesca che dal 1987 investe le energie nella realizzazione di prodotti cosmetici natural, biologici e certificati. 

Il nome originale della società è “Laverana”, dove “lavera” rappresenta “la verità”, e “na” i “cosmetici naturali”. Thomas Haase ha voluto dedicarsi alla realizzazione di “cosmetici naturali e biologici per tutti”. In un’epoca in cui la chimica nella cosmesi prendeva sempre più piede.

LaVera non testa su animali.

Per maggiori dettagli clicca qui


FLORA – Olio Spray Doposole

A fine giornata, dopo che il sole ha baciato la tua pelle per tante ora, ci vuole proprio questo olio! Fatta la doccia, spruzza questo pratico olio in spray su tutto il corpo. La lavanda che c’è al suo interno, ti darà sollievo dal calore. In aggiunta, camomilla, aloe, iperico, malva e calendula. Olio di mandorle e girasole, garantiscono elasticità. Aiuta anche a tenere lontani gli insetti, non male eh per trascorrere una serata in tutta tranquillità!

Adatto ad adulti e bambini!

Per saperne di più, visita lo store di Flora


Creme Solari Naturali
– Conclusione

Ti ho fornito i principali elementi da tenere presente per acquistare prodotti solari naturali che ti proteggano. Allo stesso tempo ti faranno ottenere una bella abbronzatura. Ora puoi scegliere quelli che più pensi facciano al caso tuo.

Ovviamente la prima cosa da tenere presente è il tuo fototipo. Quindi non fare l’errore di spalmarti crema a bassa protezione per accelerare la tintarella perché la pelle non dimentica. Restituisce tutta la negligenza che hai avuto nei suoi confronti anche a distanza di anni dalle scottature.

Se seguirai i miei semplici consigli avrai una pelle sana e piacevolmente abbronzata. Adesso che sai come scegliere i migliori solari eco bio, non mi resta che augurarti una buona tintarella!

In conclusione desidero sottolineare per l’ennesima volta che madre natura è davvero generosa con tutti noi. Madre natura ci aiuta pure a vivere più a lungo e anche in salute. E’ proprio per questa motivazione che se ancora non lo hai fatto desidero suggerirti con entusiasmo a prenderti una copia del manuale “Vivere 120 Anni” e di conseguenza a leggere con la massima attenzione il mio PDF sulla naturopatia.

Alessandra

Alessandra

Naturopata e Blogger

Da sempre amante della Natura e per questo ho studiato naturopatia e adoro in particolare i fiori di Bach. Con i miei articoli aiuto le persone a superare i loro piccoli o grandi disagi. Massaggi, oli essenziali, fitoterapia e floriterapia sono i mezzi che utilizzo per aiutare.

Ti è piaciuto questo articolo? Se ti va lascia un commento

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

PDF gratuito “Vivere 120 anni”

Pin It on Pinterest