Incensi Naturali e in Grani: Online o in erboristeria??

by | 8 Jan 2023 | Aromaterapia, Discipline olistiche

Gli incensi naturali sono un modo semplice ed efficace per profumare la casa e creare un’atmosfera rilassante. Inoltre, sono un’alternativa più sana e rispettosa dell’ambiente rispetto agli incensi sintetici, che possono contenere sostanze chimiche.

Gli incensi naturali sono realizzati con resine, erbe, oli essenziali, cera d’api e gomma arabica. Sono disponibili come bastoncini, grani, coni, polvere e possono essere bruciati su un supporto adeguato o su un braciere.

Oltre a scegliere gli incensi in base alle loro proprietà, è importante fare attenzione alla qualità del prodotto. Opta per incensi a base di erbe selvatiche raccolte in modo sostenibile. Ciò può garantire che il prodotto sia più puro e privo di sostanze chimiche dannose. Inoltre, è importante seguire le istruzioni di sicurezza per evitare incendi. Assicurati di avere una ventilazione adeguata durante l’utilizzo degli incensi.

1 – A cosa servono gli Incensi Profumati?

Gli incensi naturali sono utilizzati principalmente per profumare l’ambiente e creare un’atmosfera rilassante o stimolante a seconda della loro fragranza. Possono essere bruciati in diversi luoghi, per creare un’atmosfera piacevole e accogliente.

Alcune varietà di incenso hanno proprietà benefiche per la mente e il corpo. Ad esempio, l’incenso alla lavanda ha proprietà calmanti e può aiutare a ridurre lo stress e l’ansia. L’incenso alla camomilla ha proprietà rilassanti e può aiutare a favorire il sonno. L’incenso all’eucalipto, invece, ha proprietà decongestionanti e può essere utile per lenire il raffreddore e la congestione nasale.

Gli incensi naturali possono anche essere utilizzati in rituali spirituali, poiché sono spesso considerati simboli di purificazione e meditazione. Inoltre, alcune persone li utilizzano semplicemente per il loro profumo gradevole.

Inoltre, certuni scelgono gli incensi naturali perché sono considerati più sani e rispettosi dell’ambiente rispetto agli incensi sintetici. Tuttavia, è sempre importante fare attenzione alla qualità del prodotto e seguire le istruzioni di sicurezza durante l’utilizzo degli incensi.

2 – Differenza tra bastoncini e grani

Gli incensi naturali in bastoncini consistono in una base di resine, erbe che vengono essiccate. Successivamente vengono avvolte intorno ad uno stecco di bambù. Gli incensi in bastoncini vengono bruciati su un supporto adeguato, come un braciere o un porta incensi.

Quelli in grani, invece, sono composti da una miscela di resine, erbe e altre sostanze naturali. Vengono poi pressate insieme per formare dei grani. Gli incensi in grani possono essere bruciati su un braciere o su un piatto adeguato. Gli incensi in grani producono una fragranza meno intensa rispetto agli incensi in bastoncini, ma hanno comunque una durata sufficiente.

Entrambe le forme di incenso hanno i loro vantaggi e svantaggi. Gli incensi in bastoncini sono più facili da utilizzare e producono una fragranza più intensa. Possono essere più costosi e richiedono un supporto adeguato per essere bruciati. Gli incensi in grani, invece, sono più economici e versatili. Gli incensi in grani possono essere addizionati di olio essenziale per creare una miscela di oli profumati.

Bastoncini

Io li preferisco perché bruciano con meno problemi. Trovo inoltre più “suggestivo” il bastoncino che brucia, e il fumo lineare che crea. E però solo una mia opinione personale. Anche in commercio sono più diffusi rispetto ai grani e quindi più facilmente reperibili. Credo non esista una fragranza che non sia stata riproposta, ma ti ricordo sempre che il 60% è di natura artificiale. Pertanto, se vuoi solo bastoncini veramente naturali, non lasciarti sedurre dalle centinaia di profumazioni che vengono create in laboratorio.

Grani

Gli incensi in grani, necessitano solitamente di un carboncino che faccia da precursore alla combustione dei grani. Niente di difficile da trovare. Dovrai poi orientare la fiamma di un normale accendino, sul carboncino, con sopra i grani che vuoi bruciare. Non potrai metterne un’eccessiva quantità, ma puoi rimetterli man mano che bruciano. Tuttavia, il carboncino, finito di bruciare, diventa cenere e potrai passare ad un altro, se ti va.

Ti allego di seguito due link di prodotti acquistabili, per farti capire bene cosa sono i carboncini e i grani.

CARBONCINI, clicca qui

INCENSO IN GRANI, clicca qui

3 – Come capire se sono veramente atossici?

Per capire se i bastoncini d’incenso naturali sono atossici, è importante verificare gli ingredienti utilizzati nella loro produzione.

I bastoncini, generalmente in bambù essiccato, vengono ricoperti da masala, che è una polvere costituita da ingredienti di derivazione naturale. Oli essenziali, foglie, cortecce e resine ridotte in polvere. Il masala, un tempo veniva fatto aderire al bastoncino con sterco animale. Ora viene usata resina di alberi che fa da collante per la polvere profumata.

Molte aziende di incensi non utilizzano più il processo produttivo antico dell’India. Sono stati introdotti profumi artificiali e solventi. Alcune aziende hanno certificazioni riconosciute dal Ministero della Salute. Tuttavia i produttori non sono tenuti a riportare la composizione sul prodotto. Stai quindi attento/a quando acquisti.

  • La prima cosa da verificare è la provenienza. Generalmente devono provenire dall’India, dove sono le donne che li producono. Pare che ne producano migliaia al giorno.
  • Tuttavia anche la provenienza da Giappone, Francia, Tibet, Nepal, Indonesia, California non preclude una qualità artificiale, in linea di massima.
  • Evita di comprare bastoncini dai colori sgargianti, in natura non esistono e sono quindi di natura chimica.
  • Verifica che ci sia la dicitura “naturale” e/o “mano laminati
  • Se c’è il marchio ICEA, (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale) che garantisce prodotti controllati e naturali. E’ però pressoché impossibile che sia garantito il non impiego di materiale plastico per lo stoccaggio degli oli essenziali. Per legge quindi è tollerata una quantità di ftalati inferiore a 10ppm per ogni eventuale tipo di ftalato. Il totale non può comunque superare i 50ppm (parti per milione).
  • A volte, sebbene siano stati prodotti in India, è comunque riportato che contengono sostanze potenzialmente allergizzanti, la percentuale di profumi comunque inferiore al 15% e che sono nocivi per gli organismi acquatici.

Quando gli Incensi fanno male?

Gli incensi fanno male se non sono di qualità, se tendenzialmente soffri di asma e se ne fai un uso smodato.

Tutto ciò che produce combustione, dalla semplice legna del bosco che arde in un camino o stufa che sia, produce delle sostanze che non sono proprio la salute in persona. Infatti i legni che producono resine, tipo gli abeti, i larici e i pini specialmente, producono sostanze potenzialmente tossiche. L’anidride carbonica in sé non è salutare, così come le polveri date dall’incenerimento dei legni passa nei polmoni.

Se volessimo guardare a tutto, avremmo smesso di vivere su questa terra. I nostri antenati si scaldavano solamente col fuoco da legna e secondo me erano molto più sani di adesso.

Pertanto, io ti consiglio di avere tutte le accortezze del caso ad acquistare ed utilizzare, nei modi e nei tempi, i bastoncini di incenso e i grani. Non crearti però la paranoia per ogni cosa perché altrimenti dovremmo vivere in un bunker, isolati dalla società, sempre.

Questo è il mio parere, ma tu devi agire secondo la tua coscienza.

Incenso Tibetano

E’ un incenso non tossico, proveniente dal Tibet. Vengono realizzati a mano e con sostanze naturali, per questo non avranno mai quella profumazione troppo intensa che dovrebbe far insospettire circa la naturalezza degli incensi. Solitamente vengono utilizzati petali di fiori, miele, bacche, legni, zucchero, miglio. Risorse che provengono dalla zona dell’Himalaya e lavorate seguendo antiche ricette dei guaritori della zona per purificare la mente e l’ambiente.

Puoi utilizzare gli incensi tibetani quando e se vuoi fare meditazione, quando reciti mantra o rilassamenti in cui ascolti musica apposita allo scopo, durante yoga. Puoi accenderli anche senza un fine specifico, può solo far che bene nell’ambiente in cui sei!

4 – Dove puoi comprarli?

Ci sono molti posti dove è possibile acquistare incensi naturali. Ecco alcune opzioni:

  1. Negozi di prodotti naturali, tipo le erboristerie, ma anche i Naturasì ecc…
  2. Mercati dell’artigianato: spesso i mercati dell’artigianato o le fiere dell’artigianato hanno stand che vendono incensi naturali fatti a mano. Questi possono essere un’ottima opzione se stai cercando qualcosa di unico e artigianale purché abbiano i requisiti sopra indicati
  3. Online: ci sono molti siti online che vendono incensi naturali. Troverai una vasta gamma di profumi e marche da scegliere, e avrai la comodità di fare acquisti da casa tua.

Erboristerie

Una buona erboristeria che si rispetti, ha per forza gli incensi. E’ però una scelta interna decidere che attenzione dar loro, nel senso che dipende anche dalla richiesta locale. Aldilà di questo comunque, avranno solo prodotti di qualità e certificati, pena il buon nome che questo negozio potrebbe giocarsi. Non conosco erboristerie che vendano prodotti mediocri pertanto sono raccomandati gli acquisti in sicurezza anche per gli incensi naturali.

Online

A parte chi non approva la vendita online, per svariati motivi, io li trovo canali di acquisto molto comodi. Non precludono assolutamente la qualità dei prodotti commercializzati. Famosi brand si servono delle vendite online proprio perché hanno appurato che hanno un largo bacino di utenti. E l’autenticità della merce proposta è la medesima.

Mercatini

I mercatini che spesso si trovano nei paesi o città, pullulano di fragranze e colori. Molti propongono prodotti solo di qualità e certificati. Altri offrono un misto, altri solamente incensi che di naturale non hanno nulla. Sta a te verificarlo. A svariate persone non interessa la qualità, ma solo la profumazione. Ignorano però che la combustione di tali sostanze, alla lunga possono creare problemi di salute, specialmente alle vie respiratorie. E’ una scelta libera quanto prestare attenzione alla propria salute.

5 – Come bruciare l’Incenso

Gli incensi naturali sono un modo semplice e delicato per profumare la tua casa e creare un’atmosfera piacevole. Basta dirigere una fiamma all’apice del bastoncino, attendere qualche secondo che si crei una piccola brace e poi ci soffi sopra. Il bastoncino emetterà fumo fino alla fine. Ecco alcune idee su come utilizzare gli incensi naturali:

Per profumare l’ambiente:

puoi utilizzare gli incensi naturali per profumare la tua casa o il tuo ufficio. Accendi l’incenso e lascia che il profumo si diffonda naturalmente nell’ambiente. Vanno bene anche in un pianerottolo, in un garage, ovunque tu lo voglia. L’importante è che altri non si lamentino di questi profumi. (Gli uomini non amano gli incensi 😉 solitamente!)

Per creare un’atmosfera rilassante:

gli incensi naturali possono aiutare a creare un’atmosfera più tranquilla e rilassante. Soprattutto se scegli profumi come la lavanda o la camomilla. Prova a accendere un incenso prima di fare yoga o meditazione.

Per purificare l’aria:

alcuni tipi di incensi naturali, possono aiutare a purificare l’aria. Servono anche ad eliminare le basse frequenze vibratorie, per chi crede alle energie.

Per utilizzare gli incensi naturali, avrai bisogno di un braciere o di un porta incenso in cui poggiare l’incenso. Assicurati di seguire le istruzioni del produttore. Usa gli incensi in modo sicuro, tenendoli lontani da materiali infiammabili e facendo attenzione a non lasciarli incustoditi.

6 – Controindicazioni

  • Se soffri di asma, evita di utilizzare gli incensi.
  • Così come se non ami le fragranze diverse dalle poche che tolleri.
  • Non utilizzarli in ambienti totalmente chiusi o comunque fai circolare l’aria esterna per qualche minuto a incenso finito.
  • Come ti ho ampiamente descritto, evita di utilizzare incensi non di origine naturale.
  • Evitare di utilizzarli in presenza di bambini al di sotto dei 6 anni. Tieni anche conto di eventuali allergie di cui soffrono, anche se maggiori di questa età.
  • Non inalare il fumo degli incensi in maniera diretta (non sono sigarette, anzi, butta pure le sigarette, a maggior ragione!)

7 – Incensi Naturali

Ora ti consiglio degli incensi naturali a mio avviso reputati tra i migliori.

INCENSI NAG CHAMPA <— clicca qui

Sono incensi naturali, lavorati a mano e non contengono coloranti e profumi sintetici

Derivano dai fiori di Champa che contengono olio di cedro dall’effetto rilassante sul sistema nervoso e una resina chiamata “halmaddi”.

Siccome induce calma e schiarisce la mente, è consigliato ad esempio per chi ama scrivere.

INCENSI GOLOKA <— clicca qui

Goloka è un marchio di incenso prodotto da un’organizzazione senza scopo di lucro, Goloka Seva Trust. Da oltre 20 anni Goloka produce incensi naturali al legno di sandalo. Non vengono sfruttati i bambini e non vengono effettuati test sugli animali.

INCENSI SALVIA BIANCA TREE GREEN <— clicca qui

Sono anni che uso anche questi bastoncini, ormai chi viene in studio da me, è sempre accolto da questa delicata e stupenda profumazione. Non c’è persona che mi abbia detto che non la gradisse, anzi, mi chiedono per primi ” Cos’è questo buon profumo”? Io te li consiglio vivamente!

8 – Coni Naturali

I coni di incensi naturali sono più ricchi di oli essenziali rispetto ai bastoncini. Creano un effetto suggestivo durante la combustione, un effetto “nebbia” che inserito in un bruciatore apposito creano effetti visivi di per sé rilassanti.

CONI DI INCENSO E MIRRA <— clicca qui

Se vuoi l’effetto fumo verso il basso, accertati che i coni abbiano il forellino sotto, come questi per intenderci:

CONI INCENSO A RIFLUSSO <—clicca qui

I coni hanno comunque un odore più forte dei bastoncini, tuttavia, una volta trovata la tua fragranza ottimale, non vorrai più restare senza e tutti rimarranno piacevolmente incantati da questa cascata di fumo profumata!

9 – Bruciatori

Vuoi alcuni esempi di bruciatori? Eccoli:

Questo bruciatore è molto bello e suggestivo. Quando avrai applicato i coni, creerà un fumo bianco che ti incanterà per la bellezza e il profumo dei coni completerà il quadretto.

BRUCIATORE IN CERAMICA CON FIORE DI LOTO <— clicca qui

Per i coni a combustione inversa, cioè dove il fumo va verso il basso, questa piccola cascata vicino a un Buddha, renderà originale i tuoi ambienti meditativi. E’ in ceramica e in dotazione vi sono già dei coni che però non so di che qualità siano sinceramente.

BRUCIATORE CON BUDDHA <— clicca qui

Qui ti linko anche dei porta incensi carini, poi puoi spaziare come vuoi e cercare quello che più ti aggrada.

PORTA INCENSO A FORMA DI FOGLIA <—clicca qui

PORTA INCENSO CON FIORE DI LOTO <— clicca qui

PORTA INCENSO A FORMA DI RANA <— clicca qui

10 – Legnetti ed Erbe purificanti per l’ambiente

Ora invece ti consiglio anche i legnetti di Palo santo. Ricordo che le piante stesse, attraverso i loro profumi, si difendono da parassiti, batteri e attacchi fungini che potrebbero farle ammalare. Per cui, i legnetti di Palo santo, (che è un albero che cresce in America, centro sud), sono generalmente lasciati a terra e lasciati seccare almeno 4 anni. Tempo necessario per acquisire le proprietà che ha, a contatto appunto col terreno.

Si usano per purificare gli ambienti da basse frequenze vibratorie, le cosiddette “energie negative”, laddove avverti ci sia bisogno di purificare ambienti dopo liti, malumori, gelosie ecc… Non si tratta di fare i santoni, quanto di utilizzare modi naturali ed innocui per aiutare il proprio e altrui benessere psico fisico.

LEGNETTI DI PALO SANTO <— clicca qui

Inoltre, allo stesso scopo, puoi servirti della Salvia Bianca. Sono mazzetti di questa erba, legata e pressata, alla quale darai fuoco, ma tranquilla/o, brucia molto lentamente e non rischi incendi. Presta comunque sempre attenzione quando maneggi accendini o quant’altro.

Quello che ti indico di seguito è un kit fighissimo per fare le cose a regola d’arte!

SALVIA BIANCA + GUSCIO ABALONE CON TRIPPIEDE E SABBIA <— clicca qui

Incensi Naturali – Conclusione

Mi auguro di aver risposto a qualche tua domanda circa gli incensi naturali. Personalmente li utilizzo da anni, in casa mia non mancano mai. Ne ho testati vari. Con amara sorpresa a volte mi son resa conto che di naturale avevano tra sì e no il bastoncino. Da lì ho iniziato a porre più attenzione al loro acquisto. Mi ha aiutato anche il fattore fragranza. Io non amo gli odori troppo intensi, innaturali.

E la natura, salvo rari casi, non offre mai nulla di troppo percettivo. Io amo gli odori floreali, più che fruttati, ad esempio. E’ tutto soggettivo. Cerca sempre però di non dimenticare che anche un piccolo bastoncino può essere pericoloso per la tua salute. Affidati a una scelta consapevole e intelligente.

Qualora avessi bisogno di chiarimenti, contattami, sarò lieta di risponderti gratuitamente!

Alessandra

Alessandra

Naturopata e Blogger

Da sempre amante della Natura e per questo ho studiato naturopatia e adoro in particolare i fiori di Bach. Con i miei articoli aiuto le persone a superare i loro piccoli o grandi disagi. Massaggi, oli essenziali, fitoterapia e floriterapia sono i mezzi che utilizzo per aiutare.

Ti è piaciuto questo articolo? Se ti va lascia un commento

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

PDF gratuito “Vivere 120 anni”

Scarica Subito la tua Copia Gratuita

Compila i Campi qui Sotto per Ricevere una Copia Tramite Mail

Consenso al trattamento dei dati personali

Ti sei registrato correttamente. Apri la mail e clicca sul link contenuto al suo interno, per scaricare il PDF. Se non trovi la mail controlla lo spam.

Scarica Subito la tua Copia Gratuita

Compila i Campi qui Sotto per Ricevere una Copia Tramite Mail

Consenso al trattamento dei dati personali

Ti sei registrato correttamente. Apri la mail e clicca sul link contenuto al suo interno, per scaricare il PDF. Se non trovi la mail controlla lo spam.

Scarica Subito la tua Copia Gratuita

Compila i Campi qui Sotto per Ricevere una Copia Tramite Mail

Consenso al trattamento dei dati personali

Ti sei registrato correttamente. Apri la mail e clicca sul link contenuto al suo interno, per scaricare il PDF. Se non trovi la mail controlla lo spam.

Pin It on Pinterest