Tea Tree Oil in Gravidanza. Crema per Uso Esterno. Funziona?

by | 9 Oct 2022 | Aromaterapia, Discipline olistiche, Oli essenziali

E’ utile una volta per tutte sapere se si può assumere il Tea Tree Oil in gravidanza.

La mia risposta è: per i primi 3 mesi NON assumere nulla di nulla, solo ciò che eventualmente ti prescrive il medico o ginecologo.

I mesi successivi, il Tea Tree Oil lo puoi utilizzare per via esterna, cioè intendo tutti gli usi, che più avanti ti elencherò, ma NON L’INGERIMENTO.

Non che succeda qualcosa di pericoloso, ma meglio evitare. Puoi attendere la fine della gravidanza e dell’allattamento.

1 – Che Cos’è l’Olio Essenziale di Tea Tree?

Ripeto, per chi fosse la prima volta che capita nel mio blog o in un mio articolo, che l’olio essenziale di Tea Tree è un olio che letteralmente viene tradotto in “Albero del Tè”, ma che col tè non ha niente a che fare.

Nel 1770, il capitano inglese James Cook lo scoprì dagli aborigeni australiani, i quali utilizzavano le foglie di questo albero, che cresceva lungo le zone paludose, per curare le piaghe dei soldati in guerra.

Il capitano quindi, incuriosito da queste medicamentose proprietà della pianta, decise di assaggiare l’infuso di foglie e vide che si creava una bevanda dello stesso colore del tè, da qui poi la denominazione inesatta “Albero del Tè”, “Tea Tree”.

Il vero nome del Tea Tree è Melaleuca Alternifolia e solo negli anni 70 si iniziò la distillazione per corrente di vapore delle foglie, per ottenerne il pregiato olio essenziale.

E’ l’unico olio essenziale ad avere potere antibiotico, antivirale e antifungino insieme.

A Cosa Serve l’Olio di Tea Tree?

Il Tea Tree Oil in gravidanza serve a una miriade di cose. Te ne elenco alcune:

  • punture di insetti
  • raffreddore
  • catarro
  • funghi su unghie e/o pelle (micosi)
  • pidocchi
  • emorroidi
  • parassiti intestinali
  • cistite
  • candida
  • pruriti vaginali
  • brufoli
  • afte in bocca
  • gengiviti
  • herpes alle labbra
  • ferite
  • dermatite seborroica
  • forfora
  • pulci e zecche su cani e gatti
  • disinfettante del cavo orale
  • disinfettante per bucato
  • disinfezione per pavimenti
  • disinfettante per l’aria
  • disinfettante sui giochi dei bambini
  • disinfezione per superfici

Proprietà Curative del Tea Tree Oil

Dall’elenco che hai visto avrai capito quante proprietà benefiche abbia il Tea Tree Oil in gravidanza, ma anche senza essere incinta!

Ovviamente per ognuna di queste utilità, va usato e dosato in maniera differente. Ha però un comune denominatore: è potente e risolve tantissime problematiche che spesso, con cure standard, si ripresentano immancabilmente.

Col Tea Tree Oil invece potrai anche dimenticarti di determinati fastidi che finora ti hanno afflitto e invalidato la quotidianità.

Non ti resta che provare! Il Tea Tree Oil è un prodotto australiano che si è diffuso in tutto il mondo. Se non fosse valido, non continuerebbe ad esistere e ad essere commercializzato.

Il prezzo di questo olio essenziale non è affatto eccessivo, avendo una buona resa in fase di distillazione, a differenza di una resa bassissima come può avere ad esempio l’olio essenziale di camomilla, che “costa un botto” proprio per la resa minima che ne giustifica il prezzo.

2 – Si può Usare il Tea Tree Oil in Gravidanza?

Come ti ho detto all’inizio, nei primi 3 mesi di gravidanza sconsiglio assolutamente l’utilizzo del Tea Tree Oil per via interna, ossia, per ingerimento e anche per via esterna. Questo non perché provochi danni, ma perché resto legata alle vecchie tradizioni e indicazioni dei medici di un tempo, in cui raccomandavano, per stare dalla parte dei bottoni, di evitare qualsiasi cosa che non fosse indispensabile alla sopravvivenza, durante la gravidanza.

Visto che l’olio essenziale di Tea Tree non ti sarà indispensabile proprio durante i primi mesi di gestazione, lascialo dov’è.

Dopo i primi 3 mesi, quelli in cui il feto trova un buon annidamento nell’utero, il suo posticino speciale in cui alloggiare felicemente per altri 6 mesi, puoi comunque utilizzare il Tea Tree a livello esterno.

Cosa significa?

Che se hai un herpes alle labbra della bocca, puoi umettarlo con un cotton fioc imbevuto con una goccia di olio essenziale di Tea Tree.

Se hai prurito vaginale puoi versare 3-4 gocce nell’acqua pulita nel bidet e fare sciacqui.

Ti ha punto un insetto? Puoi versare sulla puntura una goccia di Tea Tree.

Puoi utilizzarlo esternamente, basta che non lo ingerisci. Molto semplice. E senza crearsi paure infondate. Se sei scettica anche sull’utilizzo esterno, non farlo e rimanda ad allattamento terminato, così sarai super tranquilla! 😉

E ricorda sempre che i miei sono consigli. Non mi sostituisco al parere del tuo medico curante o ginecologo e non mi ritengo responsabile per l’uso improprio di qualsiasi prodotto che io consigli all’interno del mio blog.

Rischi

Faccio ora un bel riepilogo in generale sui rischi dell’uso del Tea Tree.

NON INGERIRE IL TEA TREE OIL IN GRAVIDANZA e non correrai nessun rischio!

Dopo il terzo mese di gestazione puoi utilizzarlo esternamente come ti ho ampiamente illustrato in questo articolo.

Controindicazioni

Il Tea Tree, come tanti gli altri oli essenziali, NON VA UTILIZZATO, IN NESSUN MODO SE:

  • SOFFRI DI CRISI EPILETTICHE
  • SEI NEI PRIMI 3 MESI DI GRAVIDANZA
  • IN ALLATTAMENTO
  • I BAMBINI HANNO MENO DI 6 ANNI
  • HAI UN’ ALLERGIA SPECIFICA AI COMPONENTI DELL’OLIO ESSENZIALE
  • SOFFRI DI IPERTENSIONE GRAVE
  • STAI LOTTANDO CONTRO UN TUMORE

Informa sempre il medico di ciò che intendi assumere per avere un suo parere.

Tea Tree Oil Uso Interno

Divento noiosa, ma il Tea Tree si può usare internamente, cioè lo puoi ingerire, SOLO SE NON PRESENTI NESSUNA DELLE CONTROINDICAZIONI APPENA ELENCATE E RIPETO: SE NON SEI IN GRAVIDANZA E/O ALLATTAMENTO.

Per uso interno, a chi può farlo, serve contro i parassiti intestinali, per fortificare le vie respiratorie in caso di tosse, raffreddore, mal di gola o per prevenire tutto ciò. Oltre che per cistite e candida.

3 – Benefici del Tea Tree in Gravidanza e Come Usarlo

Ora vediamo un po’ più nello specifico, quali sono i benefici del Tea Tree in gravidanza.

Per ragioni di spazio e tempo, non ti elencherò modalità di dosaggio per ogni patologia elencata più sopra, ma ricorda che puoi sempre contattarmi in privato, ti risponderò gratuitamente, sarò la tua naturopata online.

Tea Tree Oil per Emorroidi in Gravidanza

Spesso poi in gravidanza hai a che fare con il fastidio dell’insorgere delle emorroidi. Vuoi per il tuo peso che aumenta, magari passi anche molte ore in piedi e questo ricade sulle vene. essendo le emorroidi delle vene, è bene prestare attenzione alla tua dieta e al tempo che dovresti passare a riposo.

Se tutto ciò però non basta e le emorroidi iniziano a darti fastidio, puoi intervenire prontamente col Tea Tree Oil. Come?

Aggiungendo 1 goccia a un po’ di olio vegetale e applicando il tutto in loco.

Se invece preferisci la praticità delle creme, acquistane una valida e naturale al 100%.

Porta un rapido ed efficace sollievo a questo tuo problema con Nutrileya.

Brufoli

I brufoli non hanno età, anche in gravidanza puoi averne, specialmente a seguito di qualche sovraccarico alimentare, non così infrequente quando sei in stato interessante. Te lo dice una che per entrambe le gestazioni è ingrassata più di 15 Kg!

Se quindi ti compare un bel brufolo, o più di uno, nel viso o sulla schiena o da qualsiasi altra parte del corpo, puoi agire subito col Tea Tree Oil anche se sei in gravidanza.

Il suo potere disinfettante e antibiotico, farà retrocedere il brufolo o se già in fase avanzata, lo “porterà a maturazione” prima, cosicché tu possa schiacciarlo per far uscire il pus accumulato. Il suo potere antimicrobico farà sì che non si crei infezione anche se lo schiacci.

Applicazione sui Brufoli

Come applicare il Tea Tree sui brufoli? Direttamente mettendo una goccia sul ponfo, oppure bagnandoti un dito e picchiettando; volendo anche usando un bastoncino cotonato. Io preferisco direttamente la goccia dalla boccettina al brufolo.

Quante Volte Usare il Tea Tree Oil per i Brufoli?

Se si tratta di qualche brufolo isolato qua e là, basta una goccia per 2 volte al giorno fino a scomparsa.

Se hai vari brufoli, puoi applicarlo anche per una settimana, ma son fiduciosa che risolverai prima!

Raffreddore

Se ti si presenta un bel raffreddore potrai utilizzare il Tea Tree Oil anche se sei in gravidanza.

Come?

Attraverso l’aerosol. Aggiungi 2 gocce di Tea Tree a una soluzione fisiologica nasale ( o anche acqua di bottiglia) e versi il tutto nell’ampolla dell’aerosol.

Ti aiuterà a sconfiggere prima il raffreddore ed evitare la formazione di catarro che spesso causa otiti, naso intasato e dolore ai seni nasali.

Se spulci nel mio blog, vai sull’icona della lente di ingrandimento e digita “aerosol”, lì troverai le esatte indicazioni.

Igiene intima

Per l’igiene intima il Tea Tree Oil in gravidanza è più che indicato.

Se hai pruriti o se vuoi semplicemente prevenire vaginiti batteriche, prendi l’abitudine di diluire 3 gocce di questo olio essenziale nell’acqua del bidet, riempito a metà.

Noterai un rapido sollievo, inizialmente anche una sensazione di fresco che solo altri detergenti chimici sanno dare. Qui invece è solo la natura che fa il suo dovere.

Anche se sei in gravidanza puoi fare questi lavaggi intimi esterni, anche se ribadisco, per i primi 3 mesi di gestazione, non utilizzarlo.

Lavaggi Esterni

Il Tea tree Oil in gravidanza puoi utilizzarlo, dopo i primi 3 mesi, per lavaggi esterni. Abbiamo visto per l’igiene intima, ma puoi fare anche altre cose, più specifiche.

Semicupi:

I semicupi sono immersioni in acqua tiepida o calda, della zona perineale, tra ano e vagina, ma più praticamente consiste nell’immergere la zona genitale in acqua, qualora avvertissi prurito o la pelle arrossata, anche semplicemente a seguito di un eccesso di cioccolato nei giorni precedenti! Ciò succede spesso nei bambini e trovano rapido sollievo da semicupi nel bidet con Tea Tree e Lavanda, nonché un cucchiaino di bicarbonato di sodio.

Quante gocce di tea tree nel bidet?

Nel bidet, riempito di acqua fin quasi a metà (ma anche meno in caso di semicupi in cui immergi la zona genitale), puoi aggiungere 4-6 gocce di olio essenziale di Tea Tree.

Come fare lavanda vaginale con tea tree oil?

Escludendo sempre i primi 3 mesi di gravidanza, dopo puoi fare anche lavande vaginali se ne necessiti. Ovviamente deve avvallarti il ginecologo a fare lavande interne e puoi informarlo circa l’intenzione di farle utilizzando anche il Tea Tree Oil.

Crema al Tea Tree

La crema al Tea Tree è molto comoda e pratica qualora ad esempio tu abbia problemi di candida, ma anche solo di prurito vaginale di origine batterica o da sudore.

Le creme sono già pronte all’uso e non hai bisogno di contare le gocce di olio essenziale.

Sciacqui e gargarismi

Capita a tutti di avere mal di gola o afte in bocca. Se vuoi intervenire subito, con efficacia e naturalezza, fai degli sciacqui nel cavo orale.

I cari vecchi gargarismi agiranno prontamente sui batteri della gola o su virus. Nel giro di qualche sciacquo, il mal di gola se ne sarà andato!

Basta mettere 4 gocce in mezzo bicchiere di acqua, mescolando.

Suffumigi

I suffumigi, parola strana e che fa pensare a chissà quale pratica sia, sono semplicemente le cose che un tempo le nostre nonne facevano in casa quando le farmacie erano rare o inesistenti e ci si affidava alla natura per tornare in forma.

Ai tempi dei nostri nonni, il Tea Tree era sconosciuto, ma la pratica dei suffumigi era nota e utilizzavano sale e bacche, precedentemente fatte bollire o fiori.

Tu ora prendi un pentolino e riempilo di acqua per oltre la metà, la scaldi fin tanto che si formi vapore, ma a una temperatura tollerabile al tuo viso. Eh sì, dovrai mettere nell’acqua calda le gocce di olio essenziale di Tea Tree, mettine 8-10 e con un asciugamani ti esponi sopra il pentolino col viso e ti poni un asciugamani in testa, lasciandolo cadere ai lati e davanti, in modo che il vapore resti lì sotto con te e inspiri dal naso ed espiri dalla bocca.

Ovviamente se ti senti costipato nelle vie respiratorie, puoi mettere anche olio essenziale di pino o menta, ma attenzione agli occhi!

Inalazioni

Quando ancora esistevano i fazzoletti di stoffa, (ora li trovi ancora, ma molto meno) era usanza riporli ben piegati e stirati, dentro i cassetti del comodino, dove generalmente, a quelli della mia generazione o prima, avevano insegnato a mettere una saponetta ben profumata, per rendere la biancheria intima e fazzoletti da naso, più “gradevoli” da utilizzare.

Ecco. Pratica che puoi rimettere in voga, è versare qualche goccia di Tea Tree Oil nel fazzoletto di stoffa e inalarne l’odore che sprigiona. Intendiamoci, non è di certo gradevole come l’olio essenziale di Lavanda o Fiori d’Arancio, ma ti aiuterà a sconfiggere virus e batteri che ti hanno portato ad avere mal di gola, raffreddore, tosse ecc… oppure puoi inalare per prevenire tutto ciò.

Quante gocce di tea tree oil sul fazzoletto?

La quantità di gocce da applicare, varia in base al problema da risolvere.

Da una goccia sola per un brufolo, ad anche 20-40 in una vasca per fare un bel bagno rilassante e per aprire le vie respiratorie.

Vediamo ora alcune di queste situazioni nello specifico.

Applicazione Sulle Labbra

Sulle labbra come ti ho già detto, puoi usare il Tea Tree se hai herpes, un tempo si chiamavano semplicemente “boccarole”. Personalmente ricordo un bambino che alle elementari ne soffriva praticamente quasi tutto l’anno scolastico. Se i suoi genitori avessero conosciuto il Tea Tree, si sarebbe evitato queste ulcerazioni anche dolorose e veramente antiestetiche.

Va detto che se gli herpes sulle labbra sono frequenti, vale la pena indagare sulle emozioni che il soggetto vive (generalmente collera) e prestare attenzione anche alla dieta.

Comunque, basta una goccia sull’herpes, due volte al giorno, per farlo regredire.

Applicazione sulle Punture d’Insetti

Nel caso tu venga punto da api, vespe, zanzare o altri insetti, la prima cosa che puoi fare è utilizzare il Tea Tree. Avrai subito un rapido sollievo da dolore e/o prurito e il gonfiore sarà minimo o nullo.

Quante gocce Applicare sulle Punture?

Basta una goccia di Tea Tree su ogni puntura presa. Nell’arco della giornata puoi ripetere una seconda volta se pensi di averne ulteriore bisogno.

Applicazione su Naso e Orecchie

Se hai orecchie doloranti perché hai catarro interno che non fluisce attraverso naso o bocca, dotti nasali costipati durante o dopo un forte raffreddore, puoi avvalerti del Tea Tree.

Sia inserendolo nelle orecchie e naso, che diluendolo in olio vegetale e procedendo a massaggiare il collo, dove spesso si ingrossano i linfonodi.

L’unica cosa, stai sempre molto attento a non toccarti gli occhi perché gli oli essenziali, anche i più blandi, sono comunque sostanze troppo forti per la mucosa degli occhi e l’occhio stesso.

Posologia per Naso e Orecchie

Versa 2 gocce di Tea Tree su un cotton fioc imbevuto in olio d’oliva tiepido e inseriscilo nelle orecchie e narici. Usa due bastoncini diversi per orecchie e naso.

A completamento di ciò metti 3 gocce in un po’ di olio vettore e massaggia la zona del collo fin sotto le orecchie.

Applicazione sui Funghi

Nel caso tu abbia funghi alle unghie dei piedi, a volte anche delle mani, puoi ogni giorno, versarci sopra del Tea Tree puro o mischiato a un buon olio vettore (di cocco, jojoba, oliva, mandorle dolci ecc…).

Non spaventarti se noterai che pian piano l’unghia ingiallirà ulteriormente. Significa che il fungo sta regredendo. Occorre che tu limi la superficie dell’unghia, per togliere lo strato superficiale ingiallito e man mano ritornerà la tua bella unghia sana!

Se vuoi velocizzare questo processo, ti invito ad utilizzare un buon prodotto specifico che Australian Bodycare ha ideato proprio per questo fastidioso e spesso antiestetico problema delle unghie ingiallite a causa di un fungo. E’ a base di Tea Tree e arricchito con tocoferolo, un ottimo antiossidante e che aiuta nella rigenerazione dei tessuti. Ricordo che è doveroso non applicare smalto per unghie fintanto che ovviamente decidi di trattare l’unghia con prodotti a base di Tea Tree.

Per saperne di più, CLICCA QUI

Quante volte usare il Tea Tree Oil per i funghi?

Sia che decidi di avvalerti dell’olio essenziale di Tea Tree standard, che questo appena indicato, specifico per le unghie, sappi che una goccia al giorno (o una pennellata) basterà e che in casi ostinati, potrebbe volerci anche oltre un mese prima di apprezzare i risultati che speri.

Ne vale però la pena perché non applichi robaccia chimica ed aggressiva e perché comunque è una zona il piede, che puoi “nascondere” più facilmente, qualora ti creasse disagio metterlo in evidenza e quindi puoi tollerare anche un periodo di tempo più lungo.

4 – Oli Essenziali in Gravidanza

Ricapitoliamo: Gli oli essenziali in gravidanza vanno usati SOLO DOPO I PRIMI 3 MESI E NON TUTTI!

Quali oli essenziali non usare in gravidanza?

In gravidanza e allattamento NON USARE I SEGUENTI OLI ESSENZIALI:

  • ANICE
  • ACHILLEA
  • ANETO
  • BASILICO
  • CANFORA
  • CIPRESSO
  • CISTO
  • CORIANDOLO
  • CUMINO
  • CHIODI DI GAROFANO
  • GINEPRO
  • ISSOPO
  • LAVANDA SPICA
  • MIRRA
  • MAGGIORANA
  • NOCE MOSCATA
  • ORIGANO
  • PREZZEMOLO
  • ROSMARINO
  • TIMO

Onde evitare problematiche non note, evita sempre i primi tre mesi di gravidanza, di utilizzare oli essenziali, di qualsiasi tipo.

Perché non si possono usare gli oli essenziali in gravidanza?

I primi tre mesi di gestazione, periodo in cui il feto si annida nel tuo utero per crescere, sono i più importanti, pertanto niente oli essenziali e quindi niente anche al Tea Tree Oil in gravidanza. Ciò non perché creerebbe problemi al nascituro, ma perché visto che non sono indispensabili, si evitano effetti potenzialmente non desiderati o non ancora conosciuti.

Dopo i primi 3 mesi invece, occorre prestare attenzione a cosa si utilizza perché, come ti ho elencato nel paragrafo precedente, certi oli essenziali vanno ad interferire col sistema endocrino, cioè con le ghiandole interne al nostro corpo, che secernono ormoni che servono alla nostra vita (ipofisi, surrenali, timo, pancreas, tiroide ecc…)

Quali oli usare in gravidanza?

Gli oli essenziali che dopo i primi 3 mesi puoi usare tranquillamente sono l’olio essenziale di lavanda vera e di limone.

Ovviamente ricordo sempre l’importanza di avvalersi di oli essenziali puri e naturali e non di quelli che trovi a un euro su certe bancarelle al mercatino. Gli oli essenziali devono riportare determinate certificazioni e nemmeno costare così poco perché la procedura per ottenerli non è mai velocissima, anche se dipende dalla resa di ogni singola pianta.

Se ti interessa saperti orientare sull’acquisto corretto degli oli essenziali, sul mio blog, in altro a destra, trovi la lente di ingrandimento: digita “oli essenziali” e ti usciranno vari articoli inerenti l’argomento, che ti aiuteranno a scegliere oli essenziali degni della parola.

Come usare oli essenziali in gravidanza?

Gli oli essenziali in gravidanza, come detto all’inizio di questo articolo, puoi utilizzarli sempre dopo i primi 3 mesi e in parte esternamente, attraverso suffumigi, lavande vaginali interne (ma sempre con l’avvallo del ginecologo), inalazioni, toccature per afte, gargarismi per mal di gola o lesioni delle mucose interne della bocca.

Durante tutta la gravidanza e allattamento NON INGERIRE GLI OLI ESSENZIALI.

Qual è il miglior olio per le smagliature in gravidanza?

Già che siamo in tema di oli, tocchiamo anche un punto dolente durante la gravidanza: le smagliature.

Sono quelle “belle” striature sulla pelle di fianchi, pancia, seno o gambe, che si presentano a seguito di modificazioni del peso. Aumenta il peso durante la gravidanza e comunque, la pancia si allarga, la pelle si tende, ma una volta partorito, restano queste tracce antiestetiche. Succede perché la pelle a volte non ha l’elasticità di ritornare com’era, subisce una “depressione” e a noi donne ruga un totale vederle.

Olio antismagliature in gravidanza

Non solo l’olio di mandorle dolci è indicato per prevenire le smagliature.

Anche il Burro di Karitè, l’olio di Cocco e di Rosa Mosqueta sono preziosi alleati per la tua pelle.

Un consiglio: scegline uno e non fare miscugli. Poi, se con un particolare olio non ti trovi bene, puoi cambiarlo con un altro tra quelli indicati, ma non li mischiare. Non che succeda nulla, ma se ne utilizzi di più contemporaneamente rischi di non capire quale ti piaccia o meno.

OLIO DI COCCO Questo olio è deodorato, cosicché non sembrerai un arbre magique subito dopo l’applicazione sul tuo corpo, né sarai inseguita da mille insetti attirati dall’odore del cocco. Si presenta in vaso. Calcola che l’olio di cocco durante l’inverno solidifica naturalmente e d’estate diventa liquido sopra i 24 gradi. In inverno basta prelevarlo con un cucchiaio e spalmarlo sulla pelle. In estate puoi travasarlo in un flacone più piccolo e procedere allo stesso modo sul tuo corpo.

Lo puoi inoltre utilizzare per cucinare dolci e per friggere in maniera sana (raggiunge il punto di fumo a 200°).

OLIO DI ROSA MOSQUETA di Laborbio, propone l’olio di Rosa Mosqueta spremuto a freddo, per preservarne le ottime qualità sulla pelle, per prevenire le smagliature, ma anche intervenire qualora ci fossero già. Ricorda inoltre che è un fantastico aiuto per le rughe e per le cicatrici.

BURRO DI KARITE‘ di Flora, nota marca di prodotti naturali per aromaterapia.

Fondata nel 1989 nelle colline toscane è stata la prima azienda in Italia a coltivare piante officinali col metodo biodinamico e produrre oli essenziali naturali. Detengono il primato a fare corsi di aromaterapia.
Il loro fine è di creare prodotti della terra per tutti, biologici e creati con dedizione per Madre Natura.

Quale olio mettere sulla pancia in gravidanza?

Sulla pancia puoi applicare uno degli oli che ti ho elencato poco fa, per prevenire le smagliature e farti una coccola e farla al tuo bimbo/a.

Quando la mamma è serena durante una pratica quotidiana che apporti benessere e serenità, anche il tuo cucciolo ne beneficierà!

Puoi eventualmente aggiungere una goccia di olio essenziale di lavanda, specialmente se ti senti tesa, stanca o vuoi favorire un buon sonno ristoratore.

Acquista olio essenziale puro e sicuro: OLIO ESSENZIALE DI LAVANDA

Quando iniziare ad usare l’olio in gravidanza?

Se vuoi prevenire questo inestetismo, inizia ad utilizzare fin dai primi mesi, olio di mandorle puro, ottenuto con spremitura a freddo e applicalo su tutto il corpo, specialmente nei punti più inclini alla formazione di smagliature. Puoi proseguire anche dopo aver partorito.

5 – Quale Marca di Tea Tree Oil Usare?

I tipi di olio essenziale di Tea Tree che voglio consigliarti potrai adoperarli liberamente, previ gli accorgimenti già ampiamente detti in precedenza.

Al massimo potrai effettuare una prova prima, testandolo preferibilmente nella piega del gomito. Versa una goccia di Tea Tree nell’incavo del gomito e se dopo un’ora non noti arrossamenti, puoi procedere all’utilizzo che intendevi farne.

Considera che questi estratti naturali possiedono sì tante proprietà benefiche, ma tu attieniti ai dosaggi suggeriti . Insisto sul quanto sia rilevante acquistare oli non edulcorati e non risparmiare sulla spesa. Non fidarti mai dei prodotti svenduti a basso prezzo poiché non sono genuini, ma addizionati di ingredienti chimici che fanno male al tuo corpo.

Se vuoi ottenere il miglior beneficio da questi preziosi regali di Madre Terra, attieniti ai consigli che più volte ho sottolineato nel mio blog.

Per ogni cosa puoi contattarmi e ti risponderò in maniera gratuita. Mi preme però ricordarti che devi informare il medico curante di tutto ciò che decidi di intraprendere liberamente. Io non sono il tuo dottore.

ESI

Io ritengo che sia uno degli oli essenziali di Tea Tree migliori in quanto ha le caratteristiche di di un olio perfetto. Un 38% minimo di terpeni, l’importazione dell’albero è l’Oceania. Esi è una ditta italiana serio, attivo nella branca della Fitoterapia e dell’Integrazione Dietetica dal 1975.
Il prezzo è poca cosa rispetto alla straordinaria qualità dell’olio. Consiglio sempre il flacone da 25 ml se vuoi avere risparmio superiore rispetto al contenuto minore. Comunque ci guadagnerai ad acquistarlo ed è un investimento per per il tuo benessere. Il flaconcino in vetro scuro preserva la qualità del prodotto in modo perfetta senza perdere le qualità che lo caratterizzano.
Se vuoi più informazioni visita la pagina di Tea Tree Remedy Oil.

AUSTRALIAN BODYCARE

Australian BodyCare produce prodotti a base di Tea Tree Oil australiano, dal 1992 e sono dermatologicamente testati.

Ha un ampio repertorio di soluzioni a base di Tea Tree, per capelli, pelle, viso, intimo e il corpo in generale.

Qui intendo porre l’attenzione all’olio essenziale di grande pregio e con un buonissimo rapporto qualità/prezzo.

Visita lo store di questa marca e potrai constatare le numerose recensioni positive relative a questo olio: CLICCA QUI

NATURANDO

Il Tea Tree Naturando contiene il 45,5% di terpeni. E’ naturale e puro al 100%, senza alcuna sostanza aggiunta. Qualità veramente buona, come il prezzo. Confezione da 10 ml o 30 ml.

Azienda italiana che dal 1975 opera per creare e commercializzare integratori alimentari e prodotti fitoterapici per la salute dell’organismo, nonché cosmetici per il benessere e la bellezza del corpo. Ad oggi ha partnership internazionali in più di 20 nazioni.

Per approfondimenti, CLICCA QUI

PURESSENTIEL

Questa marca italiana di oli essenziali produce solo oli botanicamente e biochimicamente definiti (OEBBD)e ciò è davvero una grande garanzia di prodotti sicuri.

Puressentiel è un laboratorio familiare e indipendente, con un approccio eco-responsabile, solidale e sostenibile.  

La passione per la natura e la voglia di ricavare da essa fonti preziose di benessere e soluzioni a tanti problemi delle persone, han fatto sì che Isabelle e Marco Pacchioni abbiano realizzato prodotti biologici, vegani e senza test su animali.

Producono ovviamente anche l’olio essenziale di Tea Tree.

Per maggiori informazioni CLICCA QUI

LABORBIO

Laborbio è un laboratorio artigianale che formula e prepara estratti di piante, spezie, oli essenziali, oleoliti. Dalla raccolta al confezionamento finale, seguono tutte le fasi di lavorazione con impegno e dedizione.

Le loro erbe provengono da coltivazioni biologiche e vengono lavorate a freddo per evitare la compromissione della qualità. Oltre agli oli essenziali producono integratori naturali, tisane, oli aromatizzati per condimenti, dentifrici in polvere ecc…

Per saperne di più, CLICCA QUI

Tea Tree Oil Gravidanza – Conclusione

In conclusione ti ricordo che per ottimizzare i benefici legati all’assunzione di questo integratore è utile consumare un prodotto di qualità. Fortunatamente se sai come muoverti puoi assumere un prodotto strepitoso a prezzi accessibili.

Come sottolineato anche in precedenza, ci sono in circolazione numerose marche di Tea Tree. Per massimizzare i benefici derivanti dall’assunzione del prodotto è fondamentale scegliere una marca valida. Non starò qui a spiegarti nuovamente le caratteristiche dei prodotti menzionati in precedenza. Quello invece che voglio fare è elencare le marche che desidero raccomandare più in assoluto.

Le trovi qui di seguito:

Ora non mi resta che augurarti buona permanenza su Natura Meravigliosa!

Alessandra

Alessandra

Naturopata e Blogger

Da sempre amante della Natura e per questo ho studiato naturopatia e adoro in particolare i fiori di Bach. Con i miei articoli aiuto le persone a superare i loro piccoli o grandi disagi. Massaggi, oli essenziali, fitoterapia e floriterapia sono i mezzi che utilizzo per aiutare.

Ti è piaciuto questo articolo? Se ti va lascia un commento

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

PDF gratuito “Vivere 120 anni”

Pin It on Pinterest